Gennaio

Gennaio, il primo mese dell’anno.

Si butta il vecchio per far spazio al nuovo.

E’ il mese in cui compare la befana, quella arzilla  signora, un pò bruttina, che porta le calze piene di dolciumi… o piene di carbone a seconda del nostro comportamento. Questa è una festività dedicata ai bambini… ma andrebbe benissimo anche per noi adulti, e penso proprio che si rischierebbe di non avere carbone a sufficienza.

E’ il mese del Blue Monday, ovvero del giorno più triste dell’anno…

E’ il mese dei famosi giorni della merla, ovvero dei giorni più freddi dell’anno…

Ma soprattutto Gennaio è il mese dei buoni propositi. E’ il mese in cui facciamo la lista. La lista di quello che vorremmo fare.
Taccuino, penna, un bella tazza con qualcosa di caldo dentro, un fuoco scoppiettante che proietta bizzarre ombre sul soffitto, un bel panorama invernale fuori dalla finestra… Tutti gli ingredienti sembrano esserci.

Bene allora facciamo questa lista, con tutti i nostri buoni propositi, ma che sia una lista DEL FARE e non DEL FAREI.
Raggiungiamo i nostri obiettivi. E se l’anno scorso non siamo riusciti a raggiungere tutti gli obiettivi… chiediamoci il perché e correggiamo il tiro.

Se guardo indietro, se volgo il mio sguardo all’anno appena passato, posso esser soddisfatto. Alti e bassi, come è logico che sia, ma pur sempre un anno positivo professionalmente parlando.
E allora il mio prossimo obiettivo?
Fare in modo che il 2019 sia migliore del 2018.

I miei buoni propositi?
Li scrivo qui, che siano di dominio pubblico, che siano una presenza continua sulla mia volontà di FARE e non FAREI.

  • “Dove vai tutta nuda” con I Tre Pantaloni quest’anno troverà il giusto spazio che merita.
  • “57 giorni. Il conto alla rovescia di Paolo Borsellino” con Chourmo Teatro, troverà anch’esso il giusto spazio che merita con l’ambizione che questo spettacolo, verrà messo in scena in tutto il territorio nazionale.
  • Almeno una nuova produzione teatrale.
  • Almeno una produzione teatrale con la mia regia (eh si… una bella novità).
  • Prendermi maggior cura di me stesso.

Non sono molti punti, lo ammetto, ma, a me piace ragionare così, un passo alla volta.
FARE , non FAREI.

Gennaio, io sono pronto. Iniziamo questo nuovo percorso.


Torna al Blog
Condividi!
Nascondi