Novembre

Novembre Novembre Novembre.

Ridendo e scherzando ci stiamo avviando verso il termine di questo 2019.
E il tempo… sta volando.

Infatti mi scuso per il ritardo di uscita di questo modesto articolo, ma per me Novembre… è iniziato da un paio di giorni.
Infatti per me… era ancora Ottobre… fino al 4 di Novembre…
Causa? Spettacolo teatrale itinerante che mi ha fatto perdere la cognizione del tempo e delle giornate trascorse.

Questo è il mese… della pioggia. Boia se piove… e quanto piove.
Ma allo stesso tempo, finalmente inizia ad arrivare il freddo invernale… si perché ormai Ottobre… è indecifrabile per quanto riguarda le temperature.



Silenzio, intorno: solo, alle ventate,
odi lontano, da giardini ed orti,
di foglie un cader fragile. È l’estate,
fredda, dei morti.

Da “Novembre” di Giovanni Pascoli.
Mi sembra il chiaro esempio di cosa sia il mese di Novembre.

Sarà un bel mese… perché, mi da modo di riprendere in mano alcuni spettacoli, e la possibilità … di crearne uno nuovo, almeno sulla carta.
E poi vi dirò, il suono della pioggia … accompagnato al rumore della legna che arde, magari il tutto accompagnato da una bella tazza fumante, a me da un senso di estremo benessere e pace.

E poi… come potrei lamentarmi di questo mese… appena iniziato, ma che mi ha regalato già due perle.

Un bellissimo ed emozionante concerto ad Assago (Mi) “The World of Hans Zimmer”, dove avrete già capito, che il tema erano le colonne sonore di Hans Zimmer, suonate dalla “sua” orchestra ufficiale, con delle sorprese non da poco… come per esempio, durante la colonna sonora del Gladiatore, l’intervento canoro di Lisa Gerrard, eh si proprio lei, l’originale.
E oltre a questo emozionante concerto, mi sono voluto regalare una ulteriore emozione. Sono andato a vedere uno spettacolo teatrale molto emozionante, uno spettacolo fatto veramente bene, con un accompagnamento musicale live fantastico. Sto parlano dello spettacolo teatrale “Da qui alla Luna”, di Matteo Righetto, con la regia di Giorgio Sangati, con Andrea Pennacchi e alla chitarra e voce Giorgio Gobbo.
Uno spettacolo del Teatro Stabile del Veneto, che ha visto, nella messa in scena di questa sera, o ieri sera, a seconda di quando leggerete l’articolo (se lo leggerete) la partecipazione e accompagnamento dell’Orchestra di Padova e del Veneto. Non voglio dirvi molto di più, ma vi consiglio di leggere il libro o di vedere lo spettacolo.

Detto questo, che più che del mese di Novembre, vi ho raccontato un pò i fattacci miei, vi saluto… con una canzone… novembrina.


Torna al Blog
Condividi!
Nascondi