Io Salvo.

“Io Salvo. L’eroe italiano Salvo D’Acquisto.” è il racconto della storia di Salvo D’Acquisto, un carabiniere che sacrificò la propria vita per salvare quella di 22 innocenti. 

Un racconto che si snoda attraverso la vita di Salvo D’Acquisto, da quando si arruolò nell’arma, al 23 settembre 1943, a quando durante la seconda guerra mondiale, andò incontro al suo destino, quando ancora non aveva nemmeno compiuto 23 anni.
La storia di un ragazzo giovane, solare e bello.
Attraverso i suoi occhi, osserveremo la vita, la speranza e la seconda guerra mondiale e di come impose la propria presenza.
E’ un racconto di dolore, rabbia, ma anche di gioia e di speranza.
Ed è il racconto di un giovane eroe, un giovane carabiniere che non esitò a sacrificare la sua giovane vita per salvare quella di 22 innocenti.

Drammaturgia :
Nicolò Sordo.

Regia:
Daniele Ferrari

Con:
Daniele Ferrari
&
Luca Francioso

Musiche originali dal vivo a cura di:
Luca Francioso

 

Note del regista – Daniele Ferrai.
Perché ho voluto parlare di Salvo D’Acquisto?
Rispondo a questa domanda con un’altra domanda.

Voi sapete come mai molte scuole, molte vie sono intitolate a Salvo D’Acquisto?

Alcuni diranno di si, molti altri diranno di no.
Con questo spettacolo vogliamo  dar voce a Salvo D’Acquisto.
Un ragazzo, un carabiniere, di nemmeno 23 anni, che con il suo gesto, con il suo sacrificio, ha fatto tanto parlare di sé, diventando un eroe, addirittura una figura beata.

Inoltre attraverso gli occhi di questo ragazzo giovanissimo vedremo le diverse sfumature umane e i diversi personaggi che hanno caratterizzato la seconda guerra mondiale, fatta di nomi, cognomi e soprattutto giovani.
La campagna in Libia di Salvo, la sua ammirazione per Rommel, l’incontro con gli occhi glaciali del suo aguzzino nazista. 

 

Note dell’autore – Nicolò Sordo.
Non volevo scrivere un testo su Salvo D’Acquisto.
Perché io, per primo, non lo conoscevo.
Ma l’entusiasmo dell’attore e regista Daniele Ferrari mi ha convinto a provarci.
Sapevo che mi sarei messo su una strada impervia anche per un altro motivo: Daniele mi ha chiesto un monologo.
Cos’è un monologo?
Un oggetto, una presenza, un animale che da drammaturgo tendo a osteggiare, ma che in realtà è il banco di prova di ogni attore.
Abbiamo scelto di comune accordo un racconto a più voci, dove l’attore si trova ad incarnare una delle più antiche necessità dell’uomo: quella di essere narratore.
Poi sono andato a cercare Salvo D’Acquisto.
Ho studiato. Ho aperto i libri di storia. Ho cercato delle mappe per orientarmi.
Soprattutto, ho voluto scovare l’uomo: l’umanità di Salvo.
Questo mi ha permesso di andare al di là del suo nome, della sua medaglia al valore e della beatificazione, e scrivere un testo sulla giovinezza, con un linguaggio il più possibile limpido e semplice.
“Io Salvo” racconta di un ragazzo che, nel suo massimo splendore, quasi senza volerlo, incontra la Storia.
(Nicolò Sordo)

 

Nicolò Sordo, drammaturgo e attore veronese, è il vincitore del 14° Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli” con il testo OK BOOMER. Anch’io sono uno stronzo.
La giuria, presieduta da Lucia Calamaro e composta da Stefano Accorsi, Graziano Graziani, Claudio Longhi e Isabella Ragonese ha così motivato la scelta:
“Perché il testo di Nicolo Sordo è commovente, ironico, spiazzante. Perché stai immediatamente dalla parte del protagonista, un adolescente simpatico che vorrebbe le Nike Air ma è invaso dal dubbio del possedere, che l’autore chiama IO.
Ma stai anche dalla parte del padre, comunista vecchio stile, alcolizzato come tutti i delusi, anticonsumista arrabbiato, con un nemico chiaro: i centri commerciali.
E stai “ça va sans dire” dalla parte del personaggio TRANS a risonanze cheguevariane che vuole salvare i sottomessi.
E per forza di cose stai dalla parte dei bangla fantasmali rinchiusi in un “sotto” senza nome, che è il sotto e il dietro del mondo: quello che tutti facciamo finta di non vedere.
E mentre leggi, ridi, pensi e ti affezioni. E alla fine un po’ ti dispiaci di non conoscerli davvero, questi personaggi.”

 

MUSICHE.
Un capitolo a parte meritano le musiche. Musiche originali e magistralmente arrangiate da Luca Francioso, che con la sua chitarra accompagnerà questo viaggio alla scoperta di Salvo D’Acquisto.

 

 

Una volta si nasce, una volta si muore

Salvo D'Acquisto

Guarda il trailer

Scorri la galleria


Torna alle Produzioni
Condividi!
Nascondi